Emergenza coronavirus, Bruce: “Niente strette di mano al Newcastle”

Il Newcastle corre ai ripari contro il coronavirus. Il tecnico Bruce annuncia: “Niente strette di mano su consiglio dello staff medico”.

Il coronavirus continua a fare paura. Nel corso degli ultimi giorni, in ogni angolo del mondo è stato innalzato il livello di attenzione e molti dei provvedimenti presi non hanno ovviamente risparmiato il mondo del calcio.

Nel prossimo week-end molte saranno le partite che si giocheranno a porte chiuse e diversi sono i giocatori o in alcuni casi anche gli allenatori, che ultimamente sono stati costretti a lavorare a parte perché magari a contatto con persone provenienti dalle zone più colpite.

Tra i club che hanno deciso di prendere provvedimenti anche drastici al fine di limitare il più possibile le possibilità di contagio, c’è anche il Newcastle.

Il medico sociale dei Magpies ha suggerito di ridurre al minimo il contatto anche tra i membri della squadra e per tale motivo, sono state momentaneamente bandite anche le semplici strette di mano.

A confermarlo è stato il tecnico del Newcastle, Steve Bruce.

“Abbiamo un rituale qui, quello di stringerci tutti la mano quando ci vediamo al mattino. E’ una cosa che abbiamo fermato e che non faremo più su consiglio nel nostro staff medico”.

Come tutti, anche Bruce è preoccupato per ciò che sta accadendo a livello mondiale.

“Fortunatamente abbiamo un dottore eccezionale qui che ci dirà cosa fare. Come tutti, siamo incollati alla Tv per capire che cosa accadrà. Siamo consapevoli della situazione, speriamo che le cose non peggiorino”.