Emergenza coronavirus, per il governo tedesco l'Italia rappresenta un pericolo

·1 minuto per la lettura
covid germania italia zona rischio
covid germania italia zona rischio

Cresce la preoccupazione per il covid in Germania: il governo, infatti ha dichiarato l’Italia come zona a rischio. Esclusa la Calabria al momento, ma chiunque torni dal Belpaese dovrà sottoporsi a quarantena obbligatoria. Intanto Angela Merkel annuncia un lockdown leggero per il 2 novembre.

Germania: “Italia zona a rischio”

L’Italia è diventata zona a rischio covid per la Germania. A causa dell’aumento vertiginoso di casi, infati, il governo ha deciso di aggiornare la lista dei paesi più pericolosi sul fronte del contagio, inserendo anche il Belpaese.

L’unica regione esclusa dal provvedimento è la Calabria. Berlino prevede la quarantena obbligatoria per chiunque torni dall’Italia e non presenti un tampone negativo. Oltre al Belpaese, la Germania aveva già dichiarato zone rosse la Croazia, Slovenia, Bulgaria, Cipro, Ungheri e parte dell’Austria.

Lockdown “light”

Intanto la cancellliera Angela Merkel starebbe pensando ad un lockdown “light”. “ Scatterà dal 2 novembre un lockdown light per tutto il mese valido per l’intero territorio tedesco. Queste sono misure dure, ma necessarie“, ammette la cancelliera.

Questo nuovo lockdown prevede la chiusura di bar, ristoranti, centri culturali e sportivi, come in Italia. In aggiunta, saranno vietati assembramento e manifestazioni pubbliche, ma asili e scuole rimarrano aperti.

Solo negozi con vendita al dettaglio e all’ingrosso, così come negozi alimentari resteranno aperti nel mese di novembre. In questo caso però il negozio non potrà accogliere più di un cliente alla volta.