Emergenza incendi a L'Aquila: gente in strada nella notte

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
L'Aquila, 3 agosto 2020 (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)
L'Aquila, 3 agosto 2020 (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)

È stata un’altra notte di paura a L’Aquila, dove gli incendi avanzano da giovedì 30 luglio. Alle 6:30 della mattina del 4 agosto i canadair hanno ricominciato a lanciare acqua sulle zone di Contessa, Pettino e Arischia, dove la gente è scesa in strada durante la notte per paura che le fiamme raggiungessero le abitazioni.

“Di due fronti, ne rimane sostanzialmente solo uno”, ha annunciato il sindaco Pierluigi Biondi, che ha già dichiarato lo stato di emergenza. “Nella frazione di Arischia è sotto controllo, seppure non del tutto domato. Nei quartieri di Cansatessa e Pettino, invece, il quadro è più serio e ha generato apprensione tra i cittadini: molti sono scesi in strada nel corso di questa notte e di ieri. Per ora non sono state disposte evacuazioni, ma abbiamo comunque individuato strutture ed alloggi alternativi per l’ospitalità”.

VIDEO - Ancora incendi nel Parco nazionale d'Abruzzo

300 persone, tra vigili del fuoco, esercito e volontari, sono sul posto nel tentativo di tenere sotto controllo la situazione. Il timore maggiore è che il rogo arrivi fino alle zone più frequentate di Madonna Fore e San Giuliano, già devastate dall’incendio del 2007. Le fiamme sarebbero di origine dolosa: la polizia ha dato il via a un’indagine dopo aver ritrovato due inneschi.