Emergenza Sorrisi: raccolta fondi per bimbi con malformazioni facciali

Mpd
·2 minuto per la lettura

Roma, 6 nov. (askanews) - "Chirurghi, anestesisti, infermieri di terapia intensiva: sono i protagonisti della squadra di Emergenza Sorrisi nel Mondo: anche nella lotta contro il Covid non si sono tirati indietro. Hanno lavorato negli ospedali italiani in prima linea. Ora tocca te: dall'8 al 28 novembre è attivo il numero solidale 45594 per offrire il proprio sostegno ai medici e volontari dell'associazione". "Emergenza Sorrisi" lancia la campagna di raccolta fondi "Il suo futuro è nelle Tue mani": dall'8 al 28 novembre sarà possibile offrire il proprio sostegno ai medici e volontari dell'associazione nella speranza che si torni presto a donare un futuro ai tantissimi bambini che in tutto il mondo nascono con una malformazione del volto. Per farlo è sufficiente inviare un sms dal valore di 2 euro al 45594, oppure effettuare una chiamata da rete fissa al 45594 per donare 5 o 10 Euro. Chirurghi, Anestesisti, Infermieri di terapia intensiva sono infatti i protagonisti della squadra di Emergenza Sorrisi che - in 13 anni di missioni chirurgiche - ha raggiunto i paesi più remoti del mondo restituendo il sorriso a 5.151 bambini. Anche nella lotta contro il Covid non si sono tirati indietro. Hanno lavorato negli ospedali italiani in prima linea, instancabili e pronti a donare il loro tempo e tutta la loro esperienza senza chiedere nulla in cambio. Ora tocca a te! Supportando la campagna sarà possibile contribuire all'organizzazione di corsi di formazione dedicati a medici, infermieri e sanitari dei paesi in cui opera Emergenza Sorrisi. I corsi, erogati in modalità online, aiuteranno gli operatori locali a fronteggiare la pandemia attraverso i seminari di prevenzione, diagnosi e trattamento del Covid-19. Inoltre, i fondi raccolti attraverso la campagna, contribuiranno allo sviluppo dell'azione umanitaria di Emergenza Sorrisi attraverso l'organizzazione di missioni chirurgiche e programmi di formazione e sensibilizzazione rivolti ai medici locali, pianificati in Afghanistan, Somaliland, Guinea e Benin. Nascere con una malformazione del volto rappresenta uno stigma e motivo di isolamento ed emarginazione in molti Paesi del mondo. Nei Paesi in cui Emergenza Sorrisi è presente, la maggior parte dei piccoli pazienti e le loro famiglie devono affrontare lunghi viaggi per raggiungere un presidio ospedaliero, sfidando tutte le insidie di territori in cui spostarsi è molto complesso e talvolta impossibile. Per questi bambini iniziare a sorridere vuol dire ritrovare la speranza di un futuro. (segue)