Emilia-Romagna, Bernini: Fi determinante per il cambiamento

Pol/Bac

Roma, 22 gen. (askanews) - "La sinistra non cambia mai, si tratti sardine cresciute nei suoi laboratori o di vecchi partiti nostalgici di un'egemonia archiviata dalla storia: usa sempre il confronto politico per lanciare anatemi contro gli avversari, agitando lo spauracchio della democrazia in pericolo, un espediente che fortunatamente non funziona più". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"Ma le campagne elettorali trasformate in un'arena da talk-show - aggiunge - sono in un insulto all'intelligenza dei cittadini, ai quali interessa veder risolti i problemi quotidiani. Forza Italia ha scelto una strada diversa: smascherare con i fatti il falso mito del buongoverno della sinistra in Emilia Romagna, un monopolio ormai insostenibile che ha provocato sprechi, disparità e arroganza penalizzando le tante eccellenze produttive di una regione all'avanguardia in molti settori strategici, ma non certo nella gestione della cosa pubblica. Abbiamo dato rappresentanza alle forze migliori della società aprendo un grande cantiere civico, una svolta che contribuirà all'affermazione del centrodestra e ad archiviare quello "Stato parallelo" che per troppi decenni ha piegato gli interessi della regione alla volontà di un partito-padrone", conclude.