Emilia-Romagna, Consiglio approva rendiconto: debito ridotto di 43 mln -2-

red/Rus

Roma, 23 lug. (askanews) - Giudizio opposto, sul parere della Corte dei Conti, Matteo Rancan (Ln): "dato che è previsto un contradittorio domani mattina presso la stessa Corte, appare scorretto approvare oggi il rendiconto, scelta che si configura come la volontà di forzare la mano". Il consigliere ha poi parlato di "120 milioni in meno nelle casse della Regione, poiché sono state sbagliate le previsioni". Inoltre, ha concluso, "risultano ancora 72 milioni da incassare dal 2013 e dal 2014, il che impone maggiore trasparenza e rigore".

Per Michele Facci (Fdi) "il rendiconto descrive una Regione fortemente indebitata e ingessata, anche per operazioni contabili sbagliate". Mancano invece, ha aggiunto, "operazioni virtuose rivolte a ridurre il debito". Inoltre, ha rimarcato, "nessuno parla del dato sul disavanzo, che anche quest'anno sfiora 1,9 miliardi di euro". Anche con gli interessi passivi causati dai derivati, ha poi evidenziato, "sono stati perse svariate decine di milioni". In più, ha spiegato, "per gli investimenti si stanziano solo 7,35 milioni". Il nostro giudizio, ha quindi concluso, "è fortemente negativo".(Segue)