Emilia-Romagna, ok a bilancio: 30 mln per affitti e taglio rette nidi -3-

red/Rus

Roma, 24 lug. (askanews) - Sul fronte del territorio, della prevenzione del dissesto idrogeologico e degli interventi emergenziali in caso di eventi meteo, vengono stanziati 6 milioni, anche per rispristinare il fondo utilizzato in questi per far fronte alle conseguenze dei numerosi casi di maltempo che hanno colpito il territorio regionale. Un milione il contributo ad Arpae, l'Agenzia regionale prevenzione e ambiente.

La seconda rimodulazione guarda alle imprese, con il finanziamento dei fondi di garanzia per il credito per 2,5 milioni nel 2019, per 10 milioni complessivi nel triennio. Per quest'anno, la ripartizione vede 1,2 milioni sul Fondo di garanzia finalizzato ad agevolare l'accesso al credito delle aziende e 1,3 milioni sulla Legge 14 per l'attrattività di investimenti in Emilia-Romagna.

Nella manovra di assestamento vi sono poi altri interventi diretti importanti, a partire da ulteriori contributi per l'impiantistica sportiva, incentivi per la pratica sportiva e a sostegno di grandi eventi sportivi per 1,4 milioni di euro.

Prosegue l'impegno per la cultura, che ha visto le risorse triplicate da inizio legislatura, nel 2015: l'assestamento prevede altri 2,6 milioni di euro per la promozione di eventi culturali.

Al settore trasporti e mobilità vanno altri 10,4 milioni: il 50% per l'integrazione ferro-bus e il 50% per investimenti infrastrutturali. 5 milioni di euro vanno alle strade di montagna.

Saranno poi trasferiti all'Agrea, l'Agenzia regionale che gestisce i pagamenti in agricoltura, 1,8 milioni.

Per il settore turistico, ulteriori risorse per interventi per il marketing e promozione turistica (+1,4 milioni) e per la manutenzione straordinaria dei porti (1,4 milioni in due anni).

Previsto il completamento della dotazione del Fondo Province per 10 milioni di euro finalizzato anche alla copertura delle esigenze di gestione dei parchi.(Segue)