Emilia Romagna, ok commissione Cultura a manovra di assestamento

Cro/Ska
·2 minuto per la lettura

Roma, 16 lug. (askanews) - Disco verde dalla Commissione Cultura della Regione Emilia Romagna presieduta da Francesca Marchetti al progetto di legge sull'assestamento della Regione Emilia-Romagna. La manovra stata approvata dalle forze politiche di maggioranza che hanno sottolineato la corretta impostazione dei provvedimenti che denotano una grande attenzione verso uno dei settori che pi ha pagato e pi sta pagando le conseguenze del lockdown imposto dalla necessit di contrastare la diffusione del Coronavirus. Numeri e impianti dell'assestamento e del relativo collegato, sono stati illustrati dal relatore di maggioranza Luca Sabattini (Pd) che ha sottolineato come la manovra della Regione vuole produrre un effetto volano che punta alla ripresa post Covid-19. Nel dettaglio dei temi della Commissione Cultura, Sabattini ha voluto sottolineare i seguenti interventi: 900mila euro a sostegno dello sport, 1,6 milioni di euro per le attivit culturali, fondi per le infrastrutture digitali e l'adesione della Regione alla Film Commission nazionale. Contrariet "all'impostazione politica generale di manovra e assestamento" sono stati espressi dal relatore di minoranza Stefano Bargi (Lega). Dal canto suo l'assessore regionale alla Cultura Mauro Felicori ha spiegato che con l'assestamento la Regione sta "riparando ai danni che i teatri hanno avuto dalla pandemia, mentre gli altri altri interventi sono iniziative gi finanziate con cui la Regione, con provvedimenti straordinari, ha provato ad attivarsi per il mondo dello spettacolo, che paralizzato". In particolare Felicori ha sottolineato l'importanza del "bando per finanziare compagnie teatrali che non avevano forme di tutela economica con cui affrontare gli effetti economici della pandemia, lavoriamo a programma per acquisto di opere d'arte per sostenere gli artisti e sostenere i lavori della Film Commission con investimenti pari a 1,6 milioni di euro e abbiamo previsto anche una campagna pubblicitaria per sostenere la filiera dello spettacolo".