Emiliano: incostituzionale obbligo scuola durante pandemia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 gen. (askanews) - "L'idea che durante una pandemia, in stato di emergenza, le famiglie debbano essere obbligate a mandare i figli a scuola in presenza è incostituzionale: un genitore deve avere la possibilità di stabilire se correre il rischio del contagio da presenza o tenere i figli a casa". Lo ha detto a Start, su Sky TG24 il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Parlando poi degli insegnanti Emiliano ha spiegato che "il sacrificio che stanno facendo i docenti è enorme perché devono avere davanti alunni in presenza e poi ne hanno altri collegati con il computer, è difficilissimo. Voglio dire loro che devono fare quello che possono in questa fase, non possiamo pretendere che la didattica sia perfetta, deve essere quella che le condizioni date ci consentono di realizzare".

"In Puglia il contagio è stabile, non cresce, ma è elevato. Dato questo elemento, noi pensiamo che la didattica a distanza debba essere fornita in modo adeguato dalla scuola, perché laddove dovesse accadere, come sta accadendo, di avere bisogno della Dad, questa deve funzionare e deve essere gestita con intelligenza e capacità", ha aggiunto Emiliano.

"È l'occasione per dotare tutte le scuole di quel sistema di connettività che servirà a questi ragazzi ad appendere come funzionerà il loro modo di lavorare per il futuro. È evidente che la didattica in presenza e la socialità sono importanti, ma farne una questione politica, a rischio di far cadere il Governo in questo momento, mi sembra l'equivalente di quello che sta accadendo in altri contesti politici e ho l'impressione che dietro ci sia qualche mistero che il sistema dell'informazione dovrà svelare. Io non ho questi mezzi, per comprendere fino in fondo perché la questione della scuola è diventata così centrale", ha spiegato.