Emilio Fede, legale: Licenziamento 'un filino' esagerato

Milano, 30 mar. (LaPresse) - "Come avvocato reputo la vicenda del licenziamento di Emilio Fede un filino esagerata". Lo ha detto l'avvocato Nadia Alecci, che difende l'ex direttore del Tg4 nel caso Ruby, dove Fede è imputato per induzione e favoreggiamento della prostituzione e prostituzione minorile, riferendosi alle dimissioni chieste da Mediaset all'ex direttore del Tg4, dopo il suo presunto tentativo di depositare in una banca svizzera 2,4 milioni di euro in contanti. Il difensore auspica che "essendo Fede un grande giornalista", il rapporto con Mediaset si ricomponga. L'avvocato Alecci aggiunge che, con gli altri difensori di Fede, "gli abbiamo chiesto se sapesse qualcosa di questa vicenda, ma lui ha assicurato di non sapere nulla. L'inchiesta, inoltre, è stata avviata a Roma - ha aggiunto il legale - ma non sappiamo se sia stata aperta in base a notizie del giornale o ad altre informazioni". Fede non ha preso parte all'udienza di oggi, durata poco più di un'ora, perché "noi sapevamo che non era necessaria la sua presenza", ha aggiunto Alecci che ha garantito che "quando sarà necessaria le sua presenza in aula, Fede ci sarà".

Ricerca

Le notizie del giorno