Encefalite equina orientale, allarme negli Usa: “Non ha nessuna cura”

encefalite equina

La CBS di New York rammenta l’allarme diffuso dalle autorità sanitarie del Connecticut: negli Stai Uniti l’encefalite equina orientale spaventa i cittadini. Secondo quanto si apprende, si tratta di una malattia che “non ha nessuna cura” e può causare infezioni cerebrali potenzialmente fatali. Il virus è trasmesso dalle zanzare e non vi sono vaccini per prevenirlo. Vediamo quali sono i sintomi e i consigli degli esperti.

Encefalite equina orientale, i sintomi

Secondo quanto riferisce la CBS, l’encefalite equina orientale è una malattia rara che si è diffusa quest’anno negli Stati Uniti. Le prime analisi sulle zanzare effettuate in 12 città hanno dato esito positivo: è allarme. Le vittime accertate negli Usa sono per il momento soltanto tre. “La maggior parte delle persone infette dal virus – rivelano gli esperti – non si ammala. I sintomi possono variare da febbre lieve e mal di testa fino addirittura al coma. Altri sintomi includono febbre alta, affaticamento, dolori muscolari, rigidità del collo, tremori o confusione”. “I casi più gravi possono portare a coma, convulsioni e morte“.

Come intervenire

Ciò che spaventa maggiormente i cittadini è il fatto che non esista un vaccino in grado di prevenire la contrazione della malattia. Se si contrae l’encefalite, la prima cosa da fare è rivolgersi a un medico. Il centro per la prevenzione e il controllo delle malattie statunitense spiega, infine: “La malattia dura da una a due settimane: quando non c’è coinvolgimento del sistema nervoso centrale, il recupero è completo”. Secondo i primi dati, un paziente affetto dalla malattia su tre rischia la morte. Il consiglio delle autorità è utilizzare repellenti per le zanzare e indossare abiti a manica lunga.