Energia: è online nuova newsletter Gme (3)

·2 minuto per la lettura
Energia: è online nuova newsletter Gme (3)
Energia: è online nuova newsletter Gme (3)

(Adnkronos) – "Se è vero che, nonostante una discesa del 15% dell’export di GNL rilevabile confrontando i valori del mese di settembre con quelli di gennaio, i primi 9 mesi del 2020 segnano comunque un aumento medio del 3% rispetto al pari periodo dello scorso anno, è tuttavia indubbio che il ritmo di aumento abbia subito un brusco rallentamento, se guardiamo ai tassi ben più elevati degli anni scorsi (es:+13 nel 2019 e +8% nel 2018)", ha sottolineato Gugliotta.

"Nei prossimi mesi, un inverno nella media (diversamente dal mitissimo 2019) e la necessità di ricostituire le scorte potrebbero sostenere la domanda, a condizione che le misure attuali siano sufficienti a contenere la diffusione del virus, e non si debba, al contrario, ricorrere a misure più restrittive o addirittura a nuovi lockdown. L’Aie per il 2020 indica una crescita annua del commercio internazionale di Gnl del 2% vs il 2019, mentre un 3% è previsto per il 2021: una ripresa modesta e lenta, che si basa sull’ipotesi di un miglioramento della situazione economica e sanitaria”, ha precisato l'esperta del Rie.

E dopo? “Più si estende il periodo di previsione, più quest’ultima diventa incerta. Prima dello scoppio della crisi gli scenari elaborati dalle principali compagnie e think thank convergevano sul fatto che fino al 2025 il mercato sarebbe rimasto ben fornito e la domanda di GNL sarebbe comunque continuata a crescere. Un assunto che potrebbe essere rivisto sia lato offerta che lato domanda: ritardi nella costruzione dei nuovi impianti e riduzione drastica delle nuove FID potrebbero contribuire a ridurre i ritmi di produzione e ad assorbire l’oversupply prima del 2025; ma dall’altro lato, l‘eventuale rialzo dei prezzi, la possibile difficoltà degli importatori (specie dei previsti nuovi entranti) di dotarsi della capacità di ricezione adeguata e un’accelerazione verso politiche low carbon potrebbero contribuire ad un ridimensionamento del consumo di questa fonte”, ha concluso Gugliotta. All’interno del nuovo numero sono pubblicati, inoltre, i consueti commenti tecnici, relativi i mercati e le borse elettriche ed ambientali nazionali ed europee, la sezione dedicata all’analisi degli andamenti del mercato del gas italiano e la sezione di analisi sugli andamenti in Europa, che approfondisce le tendenze sui principali mercati europei delle commodities. La nuova pubblicazione GME riporta, inoltre, come ormai è consuetudine, i dati di sintesi del mercato elettrico per il mese di ottobre 2020.