**Energia: Calenda, 'accordo con Egitto e carbone subito, basta no su tutto'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 apr. (Adnkronos) – "Ascoltiamo tante dichiarazioni di principio su #Ucraina ma poche proposte di merito. La situazione è destinata a peggiorare. L’inadeguatezza delle forze armate russe spingerà Putin a maggiore violenza contro civili con un rischio crescente di uso di armi non convenzionali". Così Carlo Calenda su twitter.

"Durante un guerra occorre prepararsi agli scenari peggiori per evitarli. Su energia occorre chiudere accordo con Egitto e usare piena potenza installata a carbone subito. Su difesa dobbiamo aumentare capacità operativa e investire in sistemi antimissile".

"La mancanza di lungimiranza su armamenti ed energia ci rende oggi uno dei paesi più esposti. L’ipocrisia di dichiarare di voler supportare l’Ucraina continuando a dire di no a tutto è inaccettabile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli