Energia: Conte, 'sugli inceneritori un ricatto, vogliono umiliarci'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 mag (Adnkronos) – "Vogliono il braccio di ferro e vogliono umiliarci, ma sulla questione ambientale non possiamo permetterci passi indietro". Lo dice Giuseppe Conte alla 'Stampa', a proposito dell'ultimo Cdm sull'energia. "A questo punto non possiamo che astenerci. Si sta consumando un ricatto bell'e buono. Abbiamo chiesto di riformulare la norma, di stralciarla e inserirla in un decreto a parte. Niente da fare, non vogliono sentire ragioni, ci vogliono costringere ad accettare gli inceneritori", spiega il leader del M5s..

"Noi siamo disponibili a concedere pieni poteri per autorizzare nuovi impianti in base alle nuove tecnologie ecosostenibili, non a rimettere indietro le lancette della storia", prosegue Conte che poi aggiunge: "Vorrei precisare: il gas per la transizione possiamo accettarlo, gli inceneritori no. È poi positivo che sia aumentata la tassazione sugli extraprofitti per le aziende energetiche: una misura che abbiamo richiesto a gran voce e che sta generando le risorse per affrontare questa difficile congiuntura. Ritengo possibile estenderla anche agli operatori farmaceutici e agli operatori assicurativi che hanno accumulato profitti straordinari avvantaggiandosi di speculazioni di mercato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli