Energia: Descalzi, 'velocizzare ancor di più percorso transizione, sia equo e sostenibile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug. (Adnkronos) – "La nostra raccomandazione è di mettere in campo da subito ulteriori misure per velocizzare ancor di più il nostro percorso di transizione e fare sì che sia equo e sostenibile". Ad affermarlo è Claudio Descalzi, Chair task force B20 Action Council l'Action Council sulla sostenibilità e le emergenze globali e Amministratore Delegato Eni, che oggi ha dato il via alla seconda tavola rotonda focalizzata sulle indicazioni del B20 in tema di cambiamento climatico in vista di COP26 previsto dall’1 al 12 novembre a Glasgow.

"Cambiamento climatico e transizione energetica – sottolinea Descalzi – sono stati tra i temi centrali del lavoro condotto dall’Action Council che ho avuto il piacere di presiedere. Dal confronto è emerso con forza che occorre intensificare e accelerare al massimo il nostro impegno in questa sfida epocale, adottando un approccio pragmatico, basato sull’innovazione tecnologica e sulle competenze, che ricorra a tutte le soluzioni disponibili e che tenga conto delle peculiarità dei diversi contesti geo-economici e dei singoli attori coinvolti. Non esistono singole soluzioni in grado di portarci al traguardo da sole".

"Stimoli fiscali e incentivi per gli investimenti legati alla transizione, carbon pricing, misure a supporto delle soluzioni tecnologiche più pragmatiche, come quelle legate ai biocarburanti e all’economia circolare, adozione di un framework comune per il reporting legato agli Esg. Sono alcune delle soluzioni condivise dal nostro gruppo di lavoro e che raccomandiamo di introdurre al più presto", conclude Descalzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli