Energia, Di Maio: no scostamento, creeremmo problemi a famiglie

featured 1644263
featured 1644263

Cernobbio (CO), 2 set. (askanews) – “Se per fare gli scostamenti poi i cittadini devono pagare il doppio degli interessi sui mutui e sui prestiti e non abbiamo risolto niente, alla fine abbiamo generato solo più problemi alle famiglie”. Così Luigi di Maio, ministro degli Esteri e leader di Impegno Civico, interpellato, a margine del forum Ambrosetti, sulla possibilità di ricorrere allo scostamento di bilancio per far fronte al caro-bollette.

“Il tema non è lo scostamento, abbiamo dimostrato durante il governo Draghi, con la crescita, di poter fare decreti anche per 30 miliardi senza fare più debito – ha spiegato – Se la ricetta della destra italiana e del cosiddetto trio sfascia-conti è fare più debito, l’unica cosa che noi produrremo nel prossimo anno è una bolla nera che porterà poi il governo di destra a dover fare maggiori incrementi di tasse e a intaccare i risparmi degli italiani. Il tema è fare un decreto, e le risorse ci sono, per pagare le bollette alle imprese e quindi di consentirli di non licenziare”, ha concluso Di Maio.