Energia: Donnarumma, 'riducendo tempi procedure Italia diventerebbe più competitiva'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 set. (Adnkronos) – Riducendo i tempi delle procedure autorizzative l'Italia diventerebbe un Paese "molto più competitivo". Ad affermarlo è l'ad di Terna, Stefano Donnarumma partecipando al Congresso nazionale dell'Andaf a Genova. "Per realizzare un nuovo elettrodotto ad alta tensione per portare energia da un nodo all'altro, quelli importanti da milioni di euro, ci mettiamo attualmente 10 anni: 7 anni per la progettazione, la pianificazione e per ricevere le autorizzazioni; 3 anni per la realizzazione. Se al posto di 10 anni ne mettessimo 5 anni il nostro paese diventerebbe molto competitivo". Per l'ad di Terna "tanto più saremo veloci a realizzare le nostre infrastrutture tanto più diventeremo determinanti nell'equilibrio energetico che vede l'Italia un hub energetico centrale per l'Europa e il Mediterraneo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli