Energia: Garofoli, 'protetto chi è più esposto, tassa extraprofitti non tocca solo l'Eni'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 mag (Adnkronos) – "Il governo ha piena consapevolezza della sofferenza che attraversa il Paese. Guarderei alla manovra nel suo complesso. Quanto ai '200 euro', altre soluzioni erano in astratto possibili, ma il beneficio sarebbe stato più robusto per i percettori di redditi e pensioni più elevati. Si è preferito proteggere chi è più esposto". Lo dice a 'Repubblica' il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli a proposito dell'ultimo decreto sull'energia che prevede una seria di misure per 14mld.

Sugli extraprofitti tassati al 25%, Garofoli spiega: "La tassa sugli extraprofitti non tocca solo Eni. In un momento di eccezionalità si chiede un contributo a quegli operatori che hanno registrato ricavi eccezionali per cause congiunturali, per venire incontro a famiglie e imprese. Le società pubbliche come Eni e altre sono un patrimonio del Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli