Energia, Ghezzi (esercenti funiviari): "Non sarà anno facile, peggio del Covid"

featured 1670695
featured 1670695

Roma, 14 nov. (Labitalia) – "Caro energia? Questo non sarà un anno facile, anzi temo che sia peggio dell'anno del Covid". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Valeria Ghezzi, presidente Anef (Associazione nazionale esercenti funiviari). "Non so – ammette – come affronteremo il problema dell'energia, ma sarà un grande problema".

"I prezzi degli skipass – spiega – sono aumentati andando un po' dietro all'inflazione però ovviamente il maggior costo dell'energia non va sull'utente, perché sarebbe impossibile. Dovremmo aumentare il costo del 30%, mentre la variabile di aumenti sta tra il 5 e il 12%".

"Nonostante i costi dell'energia – sottolinea – noi la neve la facciamo. Se noi ci fermassimo – spiega – si ferma tutta la filiera: senza neve è come dire ai maestri di sci voi questa stagione non lavorate, ai bar, chioschi e alberghi di rimanere chiusi".

"Non è pensabile – ribadisce – che noi ci prendiamo questa responsabilità e ora speriamo che qualcuno ci aiuti. Chiediamo con forza che il governo riconosca in modo formale le aziende funiviarie quali energivore e le aiuti ad affrontare questa situazione di difficoltà che, purtroppo, non dipende dalla capacità imprenditoriale".