Energia in Ue: così il gas israeliano sostituirà una parte di quello russo

IEnergia in Ue: così il gas israeliano sostituirà una parte di quello russo. In foto: Mario Draghi e Naftali Bennett (Abir Sultan/Pool via AP)
IEnergia in Ue: così il gas israeliano sostituirà una parte di quello russo. In foto: Mario Draghi e Naftali Bennett (Abir Sultan/Pool via AP)

Novità sulla scottante questione dell'energia nell'Unione europea, che cerca disperatamente delle alternative al gas attualmente importato dalla Russia. Come ha annunciato il primo ministro israeliano Naftali Bennett, che martedì 14 giugno ha incontrato il premier italiano Mario Draghi, "Israele potrà aiutare l'Europa producendo gas naturale e queste sono ottime notizie".

"Sono iniziati i rapporti tra Roma e Israele, con oggi la relazione comincia a migliorare e apriamo un nuovo capitolo dopo quasi un decennio di pausa", ha sottolineato Bennet spiegando che "entrambi abbiamo aiutato i nostri Paesi a tornare alla stabilità economica ed entrambi siamo determinati ad agire per il benessere dei nostri Paesi. Farò tutto il necessario per portare i rapporti tra Israele e Italia a nuove vette".

VIDEO - Draghi: lavoriamo con Israele per ridurre dipendenza da gas russo

Ecco perché, ha aggiunto, "abbiamo parlato della collaborazione necessaria affinché il nostro gas naturale possa servire anche all'Italia".

Draghi ha a sua volta ringraziato Bennett "per lo sforzo di mediazione" nella crisi ucraina e ha precisato che "con il primo ministro abbiamo discusso anche del conflitto. L'Italia sostiene e continuerà a sostenere l'Ucraina e il suo desiderio di far parte dell'Europa".

VIDEO - Perché un embargo Ue sul gas russo potrebbe essere molto lontano?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli