Energia, Letta a Berlusconi: "Ricatto suo amico Putin è intollerabile" - video

(Adnkronos) - “Voglio ricordare a Berlusconi che il suo amico Putin stamane dal Cremlino ha spiegato che quello del gas e’ esattamente il ricatto che loro mettono. Loro dicono ‘o togliete le sanzioni oppure smettiamo di darvi il gas’”. Lo afferma a Catania Enrico Letta. “E’ evidente - aggiunge- che questo tipo di ricatto per noi è intollerabile. In questo senso le ambiguità della destra, di Salvini e Berlusconi sulla Russia di Putin sono intollerabili. E’ per colpa di queste ambiguità che oggi la situazione energetica e’ così grave”.

“Proprio oggi - aggiunge- e’ una giornata importante perché noi chiediamo al governo, ai ministri leghisti del governo in particolare, di non bloccare l’assegnazione del fondo coesione e sviluppo, cioè i fondi strutturali per i prossimi sei anni che già avrebbero dovuto essere ripartiti nelle settimane scorse”.

“La caduta del governo -evidenzia- ha bloccato questo riparto. Chiediamo all’esecutivo di fare questa ripartizione. Per la Sicilia questi fondi europei valgono sei miliardi di euro per i prossimi sei anni”. “Il fatto -conclude Letta- che i ministri leghisti stiano bloccando l’assegnazione di questi fondi non solo per la Sicilia ma anche per altre regioni del mezzogiorno, e’ uno scandalo”.

(di Francesco Bianco)