Energia: M5S, 'ignorati da governo 'migliori' nostro grido allarme'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 set. (Adnkronos) – “Già da settembre dello scorso anno avevamo intercettato i pericoli che si stavano affacciando, parlavamo di allargamento della ‘povertà energetica’ e lanciavamo al governo l’allerta sulle stangate in arrivo. Snocciolavamo le nostre proposte, costringevamo l’esecutivo ai primi (timidi) interventi, insistevamo nel puntare sulle rinnovabili e su misure di lungo periodo per sostenere i consumatori”. Con queste parole si apre un post pubblicato sulla pagina Facebook del MoVimento 5 Stelle dal titolo ‘Da un anno siamo gli unici a chiedere interventi sulle bollette’.

“Poi è arrivata la guerra in Ucraina – si legge ancora nel post – che ha dato la stura alle peggiori speculazioni sulle spalle dei cittadini. E mentre chiedevamo di far di più per i negoziati di pace, gli altri indossavano l’elmetto che gli precludeva lo sguardo su quanto stava accadendo nel nostro Paese. Risultato? Il prezzo del gas sulla borsa olandese del Ttf, ad esempio, è cresciuto di dieci volte. E meno male che c’era Draghi, che c’erano i ‘migliori’. Noi, prove alla mano, stavamo già #dallapartegiusta”, è scritto nella parte finale del post.