Energia: Tamburi, 'Enel leader in transizione, iter autorizzativi ancora troppo lenti'

·1 minuto per la lettura
Energia: Tamburi, 'Enel leader in transizione, iter autorizzativi ancora troppo lenti'
Energia: Tamburi, 'Enel leader in transizione, iter autorizzativi ancora troppo lenti'

Roma, 11 feb. (Adnkronos) – "Noi come Enel ci riconosciamo nei messaggi del Papa Francesco. Enel credo che sia un buon esempio di come si fa impresa con sostenibilità e lungimiranza per lasciare un ambiente e un futuro migliore alle generazioni future. Abbiamo iniziato da molto tempo a mettere al centro della nostra strategia la sostenibilità: oggi siamo il primo player al mondo fra i produttori di energia rinnovabili e ogni anno continuiamo a crescere". Ad affermarlo è il direttore di Enel Italia, Carlo Tamburi, intervenendo al convegno 'l'economia di Francesco: l’energia, l’ambiente, la salute, l’agricoltura. Al servizio di un Paese migliore, più virtuoso e inclusivo' organizzato dalla Regione Lazio.

"Siamo i leader della transizione energetica. Ci siamo impegnati a chiudere entro il 2025 i nostri impianti a carbone entro il 2025", ricorda Tamburi. "Con la chiusura degli impianti nel 2026 registreremo un calo delle emissioni del 50% rispetto ai livelli attuali", spiega.

Comunque, rileva il direttore di Enel Italia, "la transizione energetica sta andando a un ritmo troppo lento in Italia in particolare per quanto riguarda la sostituzione degli impianti con impianti rinnovabili a causa degli iter burocratici e questo nonostante il dl semplificazioni. Se vogliamo aumentare la capacità installata dobbiamo remare tutti nella stessa direzione".