A EnergyMed 2020 Napoli le bonifiche in primo piano -2-

Psc

Napoli, 21 gen. (askanews) - La Hub Tecnologica Campania punterà in particolare sul territorio degli ex Sin del litorale Domitio e Flegreo Agro Aversano, la cosiddetta Terra dei fuochi: nell'arco temporale di dodici mesi potrà rappresentare un polo di eccellenza, con la possibilità di individuare aree pilota per l'applicazione delle tecnologie innovative già disponibili sul mercato e la sperimentazione di nuove tecnologie in fase di validazione. A Napoli saranno illustrati anche gli approcci metodologici vincenti implementati in ambito nazionale ed internazionale tra cui il Modello Taranto sviluppato dal commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto e le strategie per il superamento delle infrazioni comunitarie sviluppato dal commissario straordinario per la Bonifica delle Discariche abusive, oltre che eccellenze tecnologiche per la caratterizzazione e le bonifiche realizzate in ambito nazionale ed internazionale.

"Il 2020 - ha spiegato Silvia Paparella, project manager di Remtech - sarà l'anno delle bonifiche e ad EnergyMed si parlerà proprio di questo tema, che tocca diverse aree d'Italia tra cui la cosiddetta Terra dei Fuochi, che deve essere recuperata. Per questo riteniamo importante la partnership con Anea, protagonista in Campania dell'approccio più innovativo sui temi dell'energia e dell'ambiente, ma anche della divulgazione attraverso EnergyMed". Una visione condivisa da Michele Macaluso, direttore di Anea: "Restituire ai cittadini - ha affermato - pezzi di territori devastati è una sfida che coinvolge tutti, dagli esperti alle amministrazioni locali e arriva fino al governo del Paese. Una sfida che la Regione Campania sta affrontando e che vede pienamente in campo anche il ministero dell'Ambiente che si è dotato di una direzione generale che si occuperà esclusivamente di bonifiche. Uno sforzo di tanti attori istituzionali che ad EnergyMed faremo emergere, mettendoli a confronti anche con gli esperti del settore privato che stanno sviluppando tecnologie sempre più innovative per questo settore".