Eni: rafforza proprio ruolo in processo decarbonizzazione Gran Bretagna (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il progetto Hynet, per il quale si prevede l’avviamento nel 2025, diverrà una delle prime infrastrutture di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica (Ccs) del Regno Unito. Eni Uk svolgerà un ruolo fondamentale nel consorzio come operatore delle attività di trasporto e stoccaggio della CO2 utilizzando allo scopo i propri giacimenti di gas esauriti ubicati a circa 30 Km dalla costa nella Baia di Liverpool e per i quali ha ottenuto l’assegnazione nell’ottobre 2020 di una licenza per lo stoccaggio da parte delle autorità UK Oil & Gas (OGA).

Una volta operativo il progetto consentirà di trasformare uno dei distretti industriali più energivori del Regno Unito, nel primo cluster industriale a basse emissioni di anidride carbonica del mondo ed in particolare al 2030 consentirà di ridurre le emissioni di Co2 di 10 milioni di tonnellate/anno e contribuirà per l'80% al target di 5GW di idrogeno a basse emissioni annunciato dal Governo Britannico, svolgendo un ruolo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni al 2050 del Paese.

Tale obiettivo è in linea con l'impegno di Eni per la transizione energetica e la decarbonizzazione in quanto il processo di cattura, utilizzo e stoccaggio della Co2 rappresenta lo strumento più efficace ed efficiente per ridurre in maniera significativa e in tempi rapidi le emissioni dei settori industriali "hard to abate", fornendo, quindi, un contributo determinante per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall'accordo di Parigi sul Clima e dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, come riconosciuto anche dall’Onu nell’ultimo report Unece.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli