Mezzo miliardo di turisti scelgono l'Italia

Il bel paese attrae sempre più. Made in Italy, enogastronomia, città d'arte, ma anche borghi storici e poi il mare. Un mix vincente confermato dai dati dell'Enit. 429 milioni di turisti in Italia nel 2018. E l'aumento è stato del 2% rispetto allo scorso anno. Dati resi noti in occasione della presentazione del piano triennale turismo 2019-2021 da parte del presidente Enit Giorgio Palmucci e del ministro dell'Agricoltura e Turismo Gian Marco Centinaio. 

"Stiamo lavorando come Ministero, stiamo lavorando con le regioni, insieme ai privati, perché - sottolinea il ministro Centinaio - vogliamo dare al turismo dignità. Le azioni del governo vanno dal decreto che sta passando in parlamento, il Dl delega al Turismo, al lavoro sul codice identificativo per le strutture ricettive, fino al tavolo a settembre sulle professioni turistiche”.  

Se la bilancia dei pagamenti turistici vede comunque un saldo positivo, l'obiettivo è vedere un saldo positivo del 10%, almeno 20 miliardi a fine triennio, è fondamentale, ribadiscono Enit e Mipaaft risolvere le criticità che rimangono. "Lavoreremo con Fs e Alitalia - dice Giorgio Palmucci, presidente Enit - per permettere ai turisti che vengono nel paese di visitarlo. Obiettivo è essere catalizzatore e lavorare insieme con il Mipaaft, le regioni e le istituzioni locali, operatori, ambasciate, camere di commercio, Ice".  

Più nel dettaglio, le presenze estere in Italia, hanno superato la Francia e crescono a differenza della Spagna che, pur essendo prima nel confronto europeo, è in flessione rispetto al 2017. Insomma, siamo uno dei paesi più belli del mondo. Proprio per promuoverlo sono infatti previsti ben 600 eventi in tutto il mondo. Senza dimenticare l'importante interlocuzione con la Cina, iniziata qualche mese fa.