Enna: padre ragazza uccisa, non ho saputo proteggerla

Roma, 27 apr. - (Adnkronos) - ''Abbiamo litigato e lei ha voluto andare via di casa. Io non ero molto favorevole ma ho a malincuore accettato la situazione, l'ho accettata per amore di mia figlia. Ho cercato di capire e speravo che andassero d'accordo, anche perche' io ho alle spalle un'esperienza di divorzio. Era una ragazzina allegra, sempre sorridente, litigavamo sempre, mi faceva arrabbiare, ma poi passava tutto. E' colpa mia, non ho saputo proteggerla''. Cosi', a 'Tgcom24', Giovanni Scialfa, il padre di Vanessa, la giovane uccisa ad Enna dal convivente Francesco Lo Presti, reo confesso.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno