Enoturismo, Bonetti: donne protagoniste di un settore strategico

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 lug. (askanews) - "Un lavoro che certifica l'impegno delle 'Donne del vino' nella promozione del ruolo e della partecipazione del protagonismo femminile in un settore così strategico per lo sviluppo del nostro Paese. Si è creata un'alleanza strategica tra il mondo delle istituzioni e il mondo della produzione, e in particolare quella capacità di promozione culturale e fattiva di un nuovo ruolo che le donne possono e debbono interpretare nel nostro Paese. Un tipo di progettualità che come Governo condividiamo: questa visione di messa in evidenza delle eccellenze dell'Italia con lo sguardo del femminile è pienamente in linea con la nostra azione. Ed è in linea anche con la prima strategia nazionale per la Parità di genere, che riconosce nell'ambito agricolo femminile uno degli assi d'investimento come quelli previsti nel Pnrr. La creatività, la passione e l'energia delle donne possono essere elementi qualificanti anche nei processi d'innovazione". Lo ha detto la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti nel suo contributo alla presentazione, questa mattina a Palazzo Giustiniani a Roma, del manuale "Viaggio nell'Italia del vino Osservatorio Enoturismo: normative, buone pratiche e nuovi trend" e dell'indagine sull'offerta enoturistica di "Nomisma-Wine Monitor" condotta su 92 comuni e 150 cantine.

Da questo studio emerge, tra l'altro, che sull'offerta enoturistica che nel mondo dell'enoturismo italiano sono donne l'80% di chi fa marketing e comunicazione, il 51% di chi è impegnato nel commerciale, il 76% di chi declina il vino nell'ambito turistico. Se, ancora, solo il 14% è impegnata in vigna e in cantina, si registra una crescita delle donne tra i cosidetti enoturisti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli