Enrico Letta: “Governo di larghe intese termina con questo Parlamento”

Enrico Letta
Enrico Letta

Almeno su un punto Enrico Letta e Matteo Salvini sono d’accordo: dopo il governo Draghi non ci saranno più esecutivi di larghe intese e saranno i cittadini, tramite le elezioni politiche, a decidere la maggioranza.

Enrico Letta sul governo

Rispondendo ad un punto stampa a Jesi, il segretario del Partito Democratico ha infatti escluso l’ipotesi di ricorrere, l’anno prossimo, ad un altro governissimo: “Dopo le prossime elezioni saranno i cittadini a decidere la maggioranza, noi puntiamo ad averne una di centrosinistra che possa governare il Paese secondo un progetto riformatore e progressista“.

Parlando delle prossime consultazioni, ha evidenziato che saranno molto incentrate sui temi del lavoro. Stop quindi, almeno sulla carta, a governi che uniscono partiti di ispirazione diversa (e talvolta opposta) per lasciar spazio all’indicazione degli elettori.

Salvini è d’accordo

Da Lignano Sabbiadoro, Matteo Salvini ha rilasciato una dichiarazione dello stesso tenore: “Il governo di responsabilità nazionale non è una possibilità nel 2023. Passata l’epidemia e finita la guerra non ci saranno altri governi col Pd“. La Lega, ha proseguito il senatore milanese, sosterrà una coalizione di centrodestra che ha idee ben diverse dalla sinistra e che proporrà lavoro, flat tax, pace fiscale, taglio delle tasse e difesa della famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli