Enrico Michetti: "Commissari per le opere sono tanti piccoli dittatori"

·1 minuto per la lettura
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Images)
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Images)

“Io parlo della storia di Roma perché ci ha insegnato una cosa: Roma pianificava tutto. Oggi Roma, che non pianifica più niente, va appresso alle emergenze. E dico a coloro che predicano la presenza dei commissari, che i commissari sono tanti piccoli dittatori, perché non rispettano le leggi, possono andare in deroga a tutto”. Lo ha detto Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma del centrodestra, parlando a Radio Radio.

“Va bene sull’opera tecnica - ha aggiunto Michetti - per l’emergenza. Ma se questo procedimento si apre anche alle questioni politiche da tanti piccoli dittatori ne verrà fuori uno. Roma ci ha insegnato che la pianificazione non ha bisogno di dittatori. Noi dobbiamo tornare alla manutenzione ordinaria, quando questo ciclo viene adottato in maniera diligente avremo sempre delle opere pubbliche in ottimo stato”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli