Enrico Ruggeri: "Salmo ha preso una posizione. I miei colleghi sono terrorizzati, temono di perdere consensi"

·1 minuto per la lettura
(Photo: Getty)
(Photo: Getty)

Il concerto di Salmo a Olbia? “Mi è sembrato un concerto situazionista alla Decibel del 1977. Lui ha preso una posizione. E non è così secondario in una categoria così silenziosa che peggio non può andare”. Così Enrico Ruggeri in un’intervista a ‘Il Giornale’ parla del concerto della discordia del rapper sardo, che ha diviso i colleghi.

Su De Gregori che ha apprezzato il gesto di Salmo perché a suo avviso ha messo in evidenza l’ingiustizia della disparità di trattamento tra il settore della musica live e quello del calcio, Ruggeri aggiunge: “Vedo positivamente che un artista di solito così misurato come Francesco De Gregori dica pubblicamente che la categoria dei musicisti è stata trascurata e umiliata”.

“Oggi - sottolinea il cantautore - la mia categoria è terrorizzata dall’eventualità di perdere consensi. Perciò generalmente nessuno prende posizioni nette e magari impopolari. Per quasi tutti è meglio fermarsi a dichiarazioni generiche del tipo abbasso la guerra che vanno sempre bene”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli