Enti locali, Pella (FI): su revisione Tuel fare presto e bene

Rus

Roma, 30 ott. (askanews) - Oggi si sono tenute le prime audizioni di Anci, Upi, ALI e Conferenza delle Regioni e delle Province autonome p"er discutere e confrontarci sul testo in esame in materia di status e funzioni degli amministratori locali, di semplificazione dell'attività amministrativa e di finanza locale, proposta di legge a mia prima firma elaborata da ANCI e condivisa da oltre duemila Sindaci insieme a tutte le forze politiche e civiche del Paese.

Ringrazio gli Auditi per il loro impegno e la loro presenza, e per aver posto l'accento sulla necessità di fare "presto e bene": questo testo non ha la pretesa di risolvere tutti i problemi degli Enti locali italiani, bensì di accelerare un processo organico di revisione e razionalizzazione per migliorare qualità ed efficienza delle Amministrazioni pubbliche locali. E sono molto soddisfatto della condivisione dichiarata anche dalle Regioni che si sono espresse favorevolmente e, anzi, chiedono di vedere riconosciute alcune stesse semplificazioni anche per il loro comparto". A spiegarlo è stato il deputato di Forza Italia, Roberto Pella, che ha sottolineato che "i cittadini pretendono qualità e dobbiamo essere consapevoli che la stessa passa anche dall'approvazione delle proposte contenute in questo Disegno di legge. Si pensi solo alla possibilità di standardizzare i modelli informativi e convogliare in un'unica banca dati accessibile al Cittadino i dati dei Comuni - un risparmio dallo snellimento calcolato in circa 280 milioni di euro; di rendere la fiscalità più equa con un modello di riscossione dei tributi automatizzato; di andare incontro all'enorme carenza di Segretari comunali e alla capacità assunzionale; di riconoscere una giusta indennità ai Sindaci dei Comuni di minore dimensione demografica, i quali sono spesso anche Presidenti di provincia".

Secondo Pella bisogna trovare "punti comuni e condivisi e diamo un serio segno di ascolto e solidarietà istituzionale perché i Sindaci possano servire il Paese con dedizione e massima operatività. Come in linea di massima é stato espresso dai presenti, il Congresso nazionale Anci del prossimo 19-21 novembre ad Arezzo potrà rappresentare una data utile per arrivare a presentare un progresso concreto sul tema a tutti gli Amministratoti locali d'Italia presenti".