Entrano in una scuola e minacciano i bambini per vendicare il nipote

entrano scuola minacciano bambini

Paura in un istituto elementare di San Giorgio in Bosco, in provincia di Padova. Un uomo e una donna, entrambi di etnia rom, entrano in una scuola e minacciano alcuni bambini, accusati di aver fatto cadere il loro nipotino. Dopo l’intervento dei Carabinieri, sono stati denunciati per minacce.

Entrano a scuola e minacciano i bambini

L’episodio si è verificato intorno alle ore 11 di martedì 1 ottobre. Gli aggressori stavano guardando i bambini giocare durante la ricreazione dall’esterno della recinzione quando hanno visto il loro nipotino cadere. A quel punto i due non anno esitato ad intervenire entrando nel cortile dell’istituto scolastico. Qui hanno iniziato ad inveire contro i bambini, responsabili a loro dire della caduta del nipote. Sarebbero state queste, secondo le ricostruzioni, le parole da loro pronunciate: “Non avvicinatevi più a mio nipote, stategli distanti altrimenti sono guai per voi e per le vostre famiglie“.

Dopo le ripetute minacce, gli aggressori hanno iniziato a rivolgersi anche agli insegnanti, sempre con toni intimidatori. Questi ultimi, spaventati per quello che sarebbe potuto succedere ai loro alunni, hanno immediatamente chiamato le forze dell’ordine.

I due aggressori, un uomo di 49 anni e una donna di 25, sono nati a Schio (in provincia di Vicenza) ma da tempo vivono in una roulotte nel Cittadellese. Al loro arrivo, i Carabinieri li hanno individuati e denunciati d’ufficio per minacce. L’uomo sarebbe già stato noto ai militari. Per il momento nessun genitore o insegnante ha sporto querela. Le forze dell’ordine stanno comunque continuando a monitorare l’edificio per evitare il ripetersi di simili situazioni.