Si è suicidato in carcere il presunto assassino di Chiara Ugolini

·2 minuto per la lettura
(Foto Instagram)
(Foto Instagram)

Emanuele Impellizzeri, il 38enne accusato di avere ucciso, lo scorso 5 settembre, la povera Chiara Ugolini, si è suicidato in carcere. Le guardie lo hanno trovato impiccato. A dare la notizia è stato il segretario nazionale della Uilpa Polizia Penitenziaria, Gennarino De Fazio, precisando che la scoperta del suicidio è avvenuta alle 5.30 del mattino. Impellizzeri sarebbe dovuto essere sottoposto a interrogatorio, ma si è tolto la vita prima di poter essere sentito dai magistrati.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il caso Saman Abbas: le tappe della vicenda che ha sconvolto la comunità di Novellara

LEGGI ANCHE: Si è impiccato in carcere il killer di Chiara Ugolini

Il delitto il 5 settembre scorso. Chiara Ugolini fu trovata morta nell'appartamento che condivideva col fidanzato. In breve tempo, le forze dell'ordine risalirono al suo vicino di casa, Impellizzeri, che era da poco uscito dal carcere e non avrebbe potuto lasciare il suo appartamento se non per recarsi sul luogo di lavoro. Ma, dopo il ritrovamento di Chiara, l'uomo non era in casa.

LEGGI ANCHE: Delitto di Verona: "Chiara aveva molti traumi interni"

Chiara lavorava come commessa nella boutique del suocero. Quel giorno non si è presentata al lavoro: da qui l'allarme. Il fidanzato, Daniel, si è subito precipitato a casa per capire come mai la ragazza non fosse mai arrivata suo luogo di lavoro. Ma, una volta entrato nell'appartamento, si è ritrovato davanti l'orrore.

LEGGI ANCHE: La dedica del ragazzo di Chiara Ugolini: "Resterai la mia metà, lo sai. Eravamo solo all'inizio"

“L’ho vista sul terrazzo e ho perso la testa: non so cosa mi sia scattato, perché sono andato lì. Non ho resistito”, ha detto mentre veniva arrestato Impellizzeri. Agli inquirenti ha raccontato di essersi arrampicato sul terrazzo della vittima, la vetrata che portava alla cucina era aperta ma Chiara lo ha visto mentre cercava di entrare e ha avuto paura. Da qui il delitto. Anche se Impellizzeri ha poi aggiunto: “Mi ha graffiato, io l’ho soltanto spinta ed è caduta a terra”. L'autopsia ha dimostrato che la ragazza ha lottato prima di morire. Ma l'uomo non sarà mai processato: si è ucciso.

LEGGI ANCHE: Omicidio Verona, Chiara Ugolini aveva straccio imbevuto di candeggina in bocca

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli