Enzo Iacchetti: “Ezio Greggio è solo un compagno di banco”

enzo iacchetti

Enzo Iacchetti, volto storico di Striscia la Notizia al fianco di Ezio Greggio, è intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica ‘I Lunatici’. Il conduttore ha parlato del suo lavoro e si è lasciato andare ad una confessione un tantino particolare: non ha amici nel mondo dello spettacolo. Quando i riflettori si spengono, in che rapporti è con il collega?

Enzo Iacchetti e Ezio Greggio

Enzo Iacchetti, ospite della trasmissione radiofonica ‘I Lunatici’, ha rilasciato delle dichiarazioni in merito al mondo dello spettacolo e alle sue frequentazioni. Quando i riflettori si spengono, il conduttore di Striscia la Notizia preferisce trascorrere il suo tempo con personaggi che non hanno nulla a che fare con il suo lavoro. Enzo ha dichiarato: “In teatro costruisco le famiglie ma non ho una famiglia da molti anni. Produco i miei spettacoli e scelgo persone brave e giovani che ne hanno bisogno e mi vogliono bene. Sono sempre a cena con i tecnici, non sopporto certe follie. (…) Sono felice di essere arrivato al successo a 40 anni. Se ci arrivi a 20 rischi di perdere la testa. Il conto in banca sale improvvisamente, non ti soddisfa più niente. Ho amici che fanno gli idraulici, i meccanici, qualcuno il dentista, uno il commercialista”. Iacchetti, quando sveste i panni di conduttore di Striscia la , trascorrere il suo tempo libero con amici che non hanno nulla a che fare con il mondo dello spettacolo. Una scelta insolita per chi, da circa 40 anni, frequenta l’ambiente, non trovate?

Il rapporto con Ezio

Con Ezio Greggio condivide il bancone di Striscia la Notizia dal 1994: com’è il loro rapporto? Iacchetti ha raccontato: “Con Ezio siamo come i compagni di banco che si ritrovano con gli amici l’anno successivo a scuola. Quando ci troviamo, è come avere un tacito accordo di ottima convivenza”. Un’amicizia che va avanti da anni, ma che non è mai stata troppo asfissiante. Enzo ha dichiarato: “Quando siamo in onda usciamo a cena insieme qualche volta, qualche messaggio, ci facciamo lo scherzo al mio compleanno il 31 agosto. Lui mi chiama un mese prima e mi dice ‘Auguri socio” e io faccio la stessa cosa. Il suo compleanno è il 6 giugno e io lo chiamo ad aprile per fargli gli auguri. Poi però per me è lontano lui. È un grande compagno di banco e di televisione. Gli voglio tanto bene e mi ha insegnato tante cose senza dirmi niente. L’ho osservato molto e ho imparato solo guardando e senza mai copiare. Mi ha insegnato tanto senza volerlo. Sono contento così, nell’ambiente non mi sono mai fatto prendere”. Oltre a condividere la conduzione di Striscia la Notizia dal 1994, i due hanno anche girato insieme la miniserie di 8 puntate intitolata ‘Benedetti dal Signore’. Grazie a questa interpretazione, nel 2004, hanno conquistato il Telegatto. Il fatto che Ezio ed Enzino riescano a frequentarsi poco al di là del tg satirico di Antonio Ricci è dovuto soprattutto alla distanza geografica che li separa. Iacchetti, in conclusione, ha ammesso che deve molto al collega perché è stato per lui un vero e proprio maestro e che per questo non finirà mai di ringraziarlo.