Enzo Iacopino: “Barbara D’Urso si è dimessa dall’Ordine”

enzo iacopino

La ‘bomba’, se così possiamo chiamarla, lanciata dall’ex giornalista Sergio Vessicchio nel corso dell’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso continua a far discutere. L’uomo ha sottolineato più volte che Barbara è stata radiata come lui dall’albo dei giornalisti. Dopo la replica al vetriolo di Carmelita, adesso a parlare è Enzo Iacopino, ex presidente dell’ordine e promotore del procedimento legale che ha visto coinvolta la D’Urso.

Enzo Iacopino e Barbara D’Urso

Nell’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso, Barbara ha avuto un duro scontro con Sergio Vessicchio, ex giornalista radiato dall’albo per delle accuse sessiste nei confronti di una guardalinee donna. L’uomo ha accusato Carmelita di aver collezionato anche lei un procedimento disciplinare identico al suo. Neanche a dirlo, la conduttrice più impegnata di Mediaset non ha reagito “con il cuore” e ha tuonato: “Io avevo il tesserino da giornalista che è stato riconsegnato anni fa perché facevo della pubblicità in una trasmissione. L’ho restituito per correttezza. Secondo: il signor Iacopino (all’epoca presidente dell’ordine dei giornalisti, ndr) mi fece un’azione penale e legale perché secondo lui non potevo fare interviste. La procura ha dato ragione a me. Le motivazioni del gesto di Iacopino, che fu attaccato e ridicolizzato dalla maggior parte dei giornalisti italiani che vennero in mio favore, erano diverse. Secondo lui, io non potrei intervistare nessuno perché non ho più il tesserino da giornalista. Tu sei stato radiato per delle frasi sessiste e razziste”. La replica di Carmelita poteva già bastare per mettere a tacere Vessicchio, ma anche Iacopino ha deciso di dire la sua. L’ex presidente dell’ordine dei giornalisti ha confermato la versione della D’Urso, ma ha anche fatto emergere un suo malcontento di vecchia data.

Le parole di Iacopino

Iacopino, attraverso il suo profilo Facebook, ha scritto: “SÌ, È VERO, HA VINTO BARBARA D’URSO. Mi segnalano che la signora poco fa, con la finezza che la contraddistingue e circondata da una corte plaudente, ha avuto il garbo di citarmi, parlando con Sergio Vessicchio, recentemente – leggo – radiato dal Consiglio regionale di disciplina dell’Odg della Campania per alcune sue cronache sportive, giudicate ‘sessiste’. La signora – che, al contrario del suo raffinato ospite, non è mai stata sotto procedimento disciplinare perché si era dimessa dall’Ordine per potere fare le sue cronache senza il freno delle regole deontologiche che i giornalisti debbono osservare – sostiene una cosa vera: l’esposto che avevo presentato a suo carico è stato archiviato. Sì, ha vinto lei. E, lo sappiamo tutti, la qualità e il livello dell’informazione sono aumentati. Come mai ha vinto? Basta leggere questo mio post del 1 marzo 2016. Buon Natale a tutti. Anche a lei, signora D’Urso”. Iacopino ha accompagnato le sue parole con un post datato 2016, ovvero anno della ‘vittoria giudiziaria’ di Carmelita. Il tono dell’ex presidente dell’ordine dei giornalisti è pungente e non serve un genio per capirlo. Sì, Enzo ha confermato le parole della D’Urso, ma sembra che non abbia cambiato idea sul modo di “fare informazione” della ‘collega’. La conduttrice di Live risponderà al suo vecchio ‘rivale’? Probabilmente no.