Epatite acuta nei bambini, Sileri: “In Italia una decina di casi segnalati, 3 confermati”

·1 minuto per la lettura
Ucraina Sileri
Ucraina Sileri

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri si è espresso sui casi sospetti di epatite acuta di origine misteriosa in Itala: secondo l’ultimo bollettino sarebbero circa una decina di cui tre confermati e uno che ha richiesto il trapianto di fegato.

Sileri sull’epatite acuta nei bambini

Intervenuto su Radio Inblu 2000, l’esponente del governo ha innanzitutto spiegato che la malattia non è correlata né al nuovo coronavirus né al vaccino Covid. Nel Regno Unito, dove si sono registrati la maggior parte dei casi, non è infatti prevista la vaccinazione per chi ha meno di 10 anni. L’ipotesi più verosimile sembrerebbe una possibile infezione da adenovirus, che normalmente non causa epatite ma che magari, in concomitanza con un’altra infezione o con altri fattori, determina un danno epatico grave che può dare epatite. “Sono ancora pochi casi, per questo non se ne conosce molto“, ha aggiunto.

Sileri: “11 casi sospetti in Italia”

Sileri ha poi spostato il focus sulla situazione italiana evidenziando che nel nostro paese sono stati segnalati 11 casi di cui 3 già confermati. Segnalazione, ha precisato, non significa avere la certezza che si tratti di quest’epatite acuta di origine sconosciuta. “Il numero dei casi sospetti sarà sovrastimato rispetto ai reali casi: magari, dopo una diagnosi, nella stragrande maggioranza verranno tolti dal computo“, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli