Epatite nei bambini, paziente di Latina guarito ad aprile: "Ecco come lo abbiamo curato"

·1 minuto per la lettura
epatite bambino guarito
epatite bambino guarito

Il primario di pediatria dell’ospedale Goretti, a Latina, ha parlato del bambino guarito affetto da epatite acuta grave: “Ha avuto un recupero completo delle funzioni epatiche”.

Quarto caso in Italia di epatite acuta con causa sconosciuta

C’è un quarto caso di epatite acuta pediatrica di origine sconosciuta in Italia. Si tratta di una bambina veronese di 10 anni, ricoverata da venerdì scorso, inserita nel monitoraggio avviato dal ministero della Salute. La piccola accusava diarrea, vomito e transaminasi epatiche alte, indice evidente di danni al fegato.

Fortunatamente ultimi giorni le sue condizioni generali sono migliorate e i suoi enzimi epatici stanno scendendo dai valori di allerta.

Bambino guarito al Goretti di Latina: il racconto

Uno dei primi casi segnalati per epatite acuta grave di natura sconosciuta è stato un bambino di 5 anni ricoverato nel reparto di pediatria dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, sotto le cure del professor Riccardo Lubrano. Il ricovero risale a inizio marzo, e nel frattempo è stato dimesso ed è tornato a casa sano e salvo.

«Aveva un rialzo importante delle transaminasi e un insulto acuto al fegato. Ci ha preoccupato il fatto che questa epatite non fosse causata da fattori noti. Gli accertamenti sulle cause non hanno dato riscontro, ma ora il bimbo sta bene, è stato dimesso ad inizio aprile ed è tornato a casa. Lo abbiamo trattato con una fluidoterapia e ha avuto un recupero completo delle funzioni epatiche».

Questa la spiegazione di Lubrano, che ha escluso anche qualsiasi legame tra l’epatite e il Covid o i vaccini: il bambino non aveva avuto il virus e, ovviamente, era troppo piccolo per essere vaccinato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli