Equitazione: Messina (Intesa Sp), 'coniuga competenze tecniche e dinamica squadra'

webinfo@adnkronos.com
"Il nostro grazie va agli atleti che ci regalano uno spettacolo emozionante, ma anche a chi, con tenacia, ha voluto portare all’attenzione del pubblico internazionale Roma e l’Italia da una prospettiva inconsueta: lo sport equestre. Uno sport dove vince chi riesce a coniugare le competenze tecniche con una forte dinamica di squadra. Elementi che applichiamo anche in Intesa Sanpaolo e che ci permettono di essere leader tra le banche in Italia e tra le più solide in Europa". Così Carlo Messina, il Ceo di Intesa Sanpaolo in occasione della consegna della Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo alla Svezia, primo classificato. Questo, rileva, è il quarto anno in cui Intesa Sanpaolo è main partner del Coni e della Fise nel sostenere Il Concorso Ippico Internazionale Ufficiale (Csio) di Roma - Piazza di Siena, giunto alla sua 87esima edizione.  Nel tempo, sottolinea Messina, "abbiamo visto crescere questo appuntamento internazionale che coniuga sport e spettacolo, agonismo ed eleganza e che negli anni ha saputo entrare nel cuore degli atleti, e allo stesso tempo del pubblico nazionale e internazionale, come tappa qualificante del circuito equestre. Appassionati di questo splendido sport, semplici amanti degli animali e della natura, tanti bambini: seguono tutti le giornate di Piazza di Siena con entusiasmo e passione". La Coppa delle Nazioni-Intesa Sanpaolo di oggi, aggiunge, "conferma la capacità di questo storico concorso di attirare i migliori campioni del salto ad ostacoli internazionale provenienti dall’Italia e da tanti altri Paesi, tra cui quest’anno - per la prima volta - da Israele. L’eccezionale risultato dell’anno scorso con la vittoria dell’Italia, la seconda consecutiva dopo un’assenza che durava dal 1985, è stata esaltante. Quest’anno siamo onorati e incoraggiati dalla presenza del presidente Mattarella, a ulteriore testimonianza del valore dell’iniziativa".

"Il nostro grazie va agli atleti che ci regalano uno spettacolo emozionante, ma anche a chi, con tenacia, ha voluto portare all’attenzione del pubblico internazionale Roma e l’Italia da una prospettiva inconsueta: lo sport equestre. Uno sport dove vince chi riesce a coniugare le competenze tecniche con una forte dinamica di squadra. Elementi che applichiamo anche in Intesa Sanpaolo e che ci permettono di essere leader tra le banche in Italia e tra le più solide in Europa". Così Carlo Messina, il Ceo di Intesa Sanpaolo in occasione della consegna della Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo alla Svezia, primo classificato. Questo, rileva, è il quarto anno in cui Intesa Sanpaolo è main partner del Coni e della Fise nel sostenere Il Concorso Ippico Internazionale Ufficiale (Csio) di Roma - Piazza di Siena, giunto alla sua 87esima edizione.  

Nel tempo, sottolinea Messina, "abbiamo visto crescere questo appuntamento internazionale che coniuga sport e spettacolo, agonismo ed eleganza e che negli anni ha saputo entrare nel cuore degli atleti, e allo stesso tempo del pubblico nazionale e internazionale, come tappa qualificante del circuito equestre. Appassionati di questo splendido sport, semplici amanti degli animali e della natura, tanti bambini: seguono tutti le giornate di Piazza di Siena con entusiasmo e passione". 

La Coppa delle Nazioni-Intesa Sanpaolo di oggi, aggiunge, "conferma la capacità di questo storico concorso di attirare i migliori campioni del salto ad ostacoli internazionale provenienti dall’Italia e da tanti altri Paesi, tra cui quest’anno - per la prima volta - da Israele. L’eccezionale risultato dell’anno scorso con la vittoria dell’Italia, la seconda consecutiva dopo un’assenza che durava dal 1985, è stata esaltante. Quest’anno siamo onorati e incoraggiati dalla presenza del presidente Mattarella, a ulteriore testimonianza del valore dell’iniziativa".