Equo compenso, depositata alla Camera pdl Fi

Tor

Roma, 17 lug. (askanews) - Un testo di 6 articoli "per correggere le criticità emerse dall'applicazione della normativa sull'equo compenso". E' la proposta di Forza Italia che oggi ha depositato il provvedimento alla Camera.

"La disciplina dell'equo compenso presenta più di una criticità: sono ancora troppi gli escamotage a cui possono ricorrere i 'contraenti forti' per bypassare la normativa. Abbiamo assistito anche di recente a casi di bandi della pubblica amministrazione a compenso zero. Da qui la necessità di intervenire per sanare palesi ingiustizie e riconoscere il valore dell'attività svolta dai professionisti", ha sottolineato Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

"Il dipartimento per i rapporti con le professioni di Forza Italia, che ho l'onore di guidare, è da sempre impegnato nell'ascolto dei professionisti e nel sostegno a un settore importante per la nostra crescita", chiarisce il deputato di Forza Italia Andrea Mandelli, primo firmatario della proposta di legge. "Il problema dell'equo compenso viene da lontano - prosegue -, dalle famose lenzuolate di Bersani. La nuova normativa ha provato a porre rimedio ma non è riuscita a risolvere del tutto il problema. La nostra proposta mira a farlo una volta per tutte".