Era a pesca di aragoste quando è finito nella bocca del cetaceo che emergeva per nutrirsi

·3 minuto per la lettura
Michael Packard in ospedale
Michael Packard in ospedale

Sub inghiottito da una balena e sputato fuori, è vivo per miracolo e grazie all’istinto di sopravvivenza che lo ha portato ad agitarsi nella gola del cetaceo, che lo ha letteralmente tossito via dopo averlo ingoiato intero mentre si nutriva. La curiosa vicenda, che ha dell’incredibile, è avvenuta negli Usa, in Massacchussets, al largo di Cape Cod. E protagonista di quel remake quasi “horror” della favola di Pinocchio (fatto salvo il particolare che ad inghiottire il burattino collodiano di un pescecane) è stato Michael Packard, un pescatore subacqueo del luogo. 

GUARDA ANCHE - Paura in Nuova Zelanda, pescatore a tu per tu con lo squalo

Sub inghiottito da una balena e sputato fuori: la disavventura di Michael

L’uomo ha raccontato la sua incredibile vicenda ai media dal letto di ospedale dove si trova ricoverato, vivo, vegeto e ancora incredulo. Nella giornata dell’11 giugno l’uomo si trovava a pesca di aragoste e ad una profondità di circa 13 metri. Neanche il tempo di puntare i grossi lobster, che sono in realtà di pregiati astici del Maine, che una balenottera azzurra improvvisamente lo ha inghiottito intero. Due precisazioni: la balenottera azzurra è di fatto l’animale più grande del mondo, dato che è la più grande delle balene, può arrivare quasi a 27 metri di lunghezza. Non è il primo caso, un fatto del tutto simile si era verificato anche nel 2019 nelle acque al largo del Sudafrica.

Sub inghiottito da una balena e sputato fuori: l’orrore di pensarsi digerito

E ancora: le balene si nutrono per lo più di plancton e krill, micro gamberetti, ma quando lo fanno spalancano la bocca in emersione e filtrano l’acqua con i loro “fanoni”, pettini cornei che hanno al posto dei denti. L’inghiottimento è avvenuto perciò nell’ambito di una manovra naturale, ma non ha certo impedito a Packard di provare orrore puro nel vedersi “digerito” da quel gigante. Ha detto l’uomo in un post su Facebook: Ho avvertito una spinta, poi un secondo dopo era tutto nero. Potevo sentire che si muoveva, una sensazione terribile. Ho pensato: ‘Oh mio dio, sono stato inghiottito da uno squalo?’. 

GUARDA ANCHE - Squalo a riva, poliziotto salva un bimbo

Sub inghiottito da una balena e sputato fuori: la reazione e il colpo di tosse salvifico del cetaceo

Quindi ho realizzato che non vedevo denti e, onestamente, non stavo provando un dolore così intenso”. Dopo aver capito di non aver fatto la fine di Quint nel film di Spielberg ma di essere finito in bocca ad una balena come il biblico Giona, Packard ha comunque pensato: “Ecco, sto per morire”. Poi però l’uomo reagisce e inizia ad agitarsi, come a cercare una via di uscita. Proprio quel suo scatenarsi nel gozzo del gigante gli ha salvato la vita: la balena infatti, infastidita da quei movimenti convulsi che gli vellicavano le pareti interne, è risalita in superficie e ha letteralmente “tossito fuori” il pescatore. Vivo, vegeto, pronto per andare in ospedale perché contuso, ma conscio di essere un vero miracolato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli