"Erano animali che nessuno voleva. E loro mi hanno salvato la vita."

·2 minuto per la lettura
2
2

Le due cagnolone si chiamano Ellabelle e Ladybug e, in quanto pitbull, non hanno avuto vita facile. Si tratta di una razza che porta con sé tantissimi pregiudizi per via di una tanto decantata cattiveria che spaventa i più. Certo, i pitbull non sono adatti a principianti poiché richiedono un attento addestramento, ma in realtà sono caratterizzati da un’aggressività intraspecifica che li porta a essere poco tolleranti solo verso gli altri cani, non verso gli esseri umani.

Per questi motivi sono state abbandonate al loro destino in un rifugio, aspettando per settimane e mesi che qualche brava persona decidesse di adottarle. Alla fine per fortuna è arrivato Robert McGowan, che ha scelto di regalare loro una casa accogliente e molto amore.

«Sono molto docili e timide, non sono affatto aggressive», ha detto il loro nuovo padrone. Ma i cani, si sa, sono il migliore amico dell’uomo e farebbero di tutto per aiutare chi li ha salvati da una vita triste in canile.

pitbull
pitbull

Una sera McGowan era seduto in garage vicino alla sua auto, il portellone del box era rimasto aperto. Quattro delinquenti sono entrati nella sua proprietà e hanno iniziato a picchiarlo: «Uno mi ha dato un pugno dritto su un occhio e mi ha buttato giù dalla sedia», ha raccontato l’uomo.

I ladri gli hanno chiesto di consegnare le chiavi della macchina, che però si trovavano all’interno dell’abitazione: Ellabelle e Ladybug li stavano aspettando e sono subito intervenute, fiutando il pericolo. «Le mie ragazze sono corse accanto a me e hanno iniziato ad abbaiare mettendo in chiaro che per loro era meglio andarsene.»

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Lo scontro tra un coccodrillo e un pitbull, chi vincerà?

Alla fine Robert McGowan se l’è cavata solo con un occhio nero dovuto all’aggressione, ma se non fosse stato per l’intervento delle sue “guardie del corpo” sarebbe potuta finire molto peggio. Per il loro gesto eroico e per aver sventato la rapina, Ellabelle e Ladybug sono state ricompensate con giocattoli nuovi e dolcetti per cani.

La speranza è che questa storia ispiri molte altre persone ad accogliere nella propria casa un cane abbandonato, anche quando ci sono sciocchi pregiudizi sulla razza. «Le ho salvate dal canile. Erano animali che nessuno voleva. E loro mi hanno salvato la vita. Pensateci: un giorno potrebbero salvare la vostra.»

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli