Erano stati raccolti 100mila euro per farla operare, Angelica muore a 18 anni per un tumore

·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura
(Photo: Angelica Abate)
(Photo: Angelica Abate)

Angelica Abate è morta a 18 anni, dopo aver lottato contro una rara forma di tumore al cervello per circa un anno. La sua battaglia era stata sostenuta da tutta l’Italia: su GoFundMe erano stati raccolti 100mila euro per permetterle un’operazione in Germania. L’intervento non è risultato salvifico: Angelica si è spenta a casa sua a Roccalumera, in Sicilia, a un mese dal rientro da quel viaggio all’estero.

“Angelica vuole combattere, e noi con lei”, scriveva il padre Carmelo nell’appello lasciato sul sito per raccogliere fondi. L’obiettivo era stato raggiunto e la ragazza era volata all’estero, come racconta Fanpage:

Tutto sembrava essere andato per il verso giusto, ma le sue condizioni sono via via degenerate. A nulla sono valsi i tentativi disperati dei medici.

Angelica era piena di amici e passioni, la più grande era la pallavolo. Così parlava qualche tempo fa:

“Vorrò ritornare ciò che sono stata Angelica una determinata giocatrice di pallavolo. Il mio sogno è di andare a New York. Il mio luogo preferito è la mia cameretta, dove tengo più di 300 libri, la migliore medicina al mondo…”

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli