ERC, finanziamenti a 55 ricercatori per applicare idee innovative

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 gen. (askanews) - Potranno contare su un finanziamento di 150mila euro ciascuno i 55 ricercatori vincitori dell'ultimo round 2020 dei Proof of Concept dell'European Research Council, sovvenzioni nate per sostenere le idee che potenzialmente possono tradursi in applicazioni pratiche, anche commerciali.

Con i vincitori annunciati oggi dall'ERC, sale a 166 il numero totale di progetti finanziati attraverso lo strumento dei Proof of Concept nel 2020, per un budget totale di 25 milioni di euro, di cui 8,2 per quest'ultima tornata che vede tra i premiati anche 8 ricercatori italiani che svilupperanno il loro progetto in strutture del nostro Paese (due al Politecnico di Milano, due all'Istituto Italiano di Tecnologia, uno all'Università degli Studi di Napoli Federico II, uno all'Università di Pisa, uno all'Università di Milano e uno all'Università di Firenze).

Nel 2020 sono state valutate in tutto 510 proposte, con una percentuale di successo del 32%. Le 166 borse Proof of Concept assegnate nel 2020 sono andate a ricercatori che lavorano in 21 paesi: Austria 3, Belgio 8, Svizzera 8, Cipro 1, Germania 23, Grecia 1, Spagna 12, Finlandia 1, Francia 15, Irlanda 1, Israele 11, Italia 17, Lussemburgo 2, Paesi Bassi 17, Norvegia 1, Polonia 1, Portogallo 2, Svezia 8, Slovenia 1, Turchia 3, Regno Unito 30. Per numero di borse vinte, 17, l'Italia è terza al pari con l'Olanda dopo Germania (23) e Regno UInito (30).