Erdogan: "costretti" a intervento in Siria per stop aiuti rifugiati

Dmo

Roma, 17 dic. (askanews) - La Turchia è stata "costretta" a intervenire militarmente in Siria a causa degli "aiuti" insufficienti da parte della comunità internazionale per i rifugiati siriani. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan alla conferenza sui rifugiati a Ginevra.

"Dato che non abbiamo ricevuto gli aiuti che attendevamo dalla comunità internazionale, siamo stati obbligati a occuparci della nostra protezione", ha spiegato Erdogan parlando dell'offensiva "per liberare le zone dalle forze dell'Isis, del Ypg (Unità di protezione del popolo) e del Pkk (Partito dei Lavoratori del Kurdistan)".