Erdogan: destino musulmani non è nelle mani 5 membri permanenti Onu

Fco

Roma, 19 dic. (askanews) - Il destino degli 1,7 miliardi di musulmani nel mondo non è più nelle mani dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Lo ha sottolineato il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan.

Parlando alla cerimonia d'apertura del Kuala Lumpur Summit nella capitale della Malaysia, Erdogan ha ribadito che il mondo è più grande dei cinque, alludendo ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza Onu, il cui diritto di veto potrebbe rivelarsi catastrofico per le nazioni più piccole. (Segue)