Erdogan: "Musulmani in Ue come ebrei ai tempi Seconda guerra mondiale"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Oggi i musulmani in Europa sono vittime di "una campagna di linciaggio" simile a quella contro gli ebrei prima della seconda guerra mondiale. Lo ha detto il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un discorso ad Ankara, secondo quanto riferito dai media locali.

Riferendosi ad alcuni leader europei, senza fare nomi, Erdogan ha affermato che "siete fascisti nel vero senso della parola, siete gli anelli della catena del nazismo", sottolineando che "i musulmani sono ora soggetti a una campagna di linciaggio simile a quella contro gli ebrei in Europa prima della seconda guerra mondiale".

"Credo che le istituzioni europee abbiano una grande responsabilità rispetto all'islamofobia. Il Consiglio europeo non può più ignorare l'islamofobia", ha detto ancora Erdogan continuando a non risparmiare attacchi al presidente francese Emmanuel Macron. "I politici europei dovrebbero chiedere a Macron, che guida l'odio antimusulmano in Europa, di fermare le sue politiche", ha incalzato il presidente turco in dichiarazioni riportate dal quotidiano filogovernativo Sabah.

Ieri il presidente turco aveva invitato Macron a far controllare il suo stato mentale, accusandolo di essere "ossessionato" da lui "giorno e notte". Macron, ha detto Erdogan, "ha davvero bisogno di sottoporsi agli esami (mentali)". Il presidente turco aveva già invitato la sua controparte francese a “farsi curare”, condannando il suo atteggiamento nei confronti dei musulmani francesi. L'Eliseo aveva poi denunciato le parole di Erdogan come "inaccettabili", mentre Jean-Yves Le Drian ha rilevato un "desiderio di suscitare odio" da parte della Turchia. Parigi ha quindi richiamato per consultazioni il proprio ambasciatore ad Ankara.

E oggi Erdogan ha chiesto ai turchi di boicottare i prodotti francesi. "Non comprate mai prodotti francesi", ha detto. "E' diventato sempre più difficile essere musulmano e avere uno stile di vita islamico nei Paesi occidentali", ha sostenuto ancora Erdogan in un discorso da Ankara.

"Le parole rivolte dal presidente Erdogan al presidente Macron sono inaccettabili. Le invettive personali non aiutano l'agenda positiva che l'Ue vuole perseguire con la Turchia ma, al contrario, allontanano le soluzioni. Piena solidarietà al presidente Emmanuel Macron", ha scritto in un tweet il premier Giuseppe Conte.

"Toccano di nuovo il fondo" gli attacchi del presidente turco Erdogan ad Emmanuel Macron, al quale ha consigliato di "farsi curare". Il ministro della Difesa tedesco Heiko Maas è così sceso in campo al fianco del presidente francese e della Francia, cui ha espresso "la sua solidarietà". Il capo della diplomazia di Berlino ha sottolineato che la lotta al terrorismo islamista non deve essere equiparata al razzismo ed all'islamofobia: "Non lo accetteremo".