Erdogan sfida Nicosia: picnic sulla spiaggia proibita

·2 minuto per la lettura

AGI - Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, si è recato in visita nel settore Nord di Cipro, riconosciuto come Repubblica indipendente solo dalla Turchia e ha chiesto per l'isola negoziati sulla base dei "due Stati separati" e dei "due popoli diversi".

Il capo di Stato turco si è poi concesso un picnic sulla spiaggia proibita di Varosha, che un tempo, soprannominata la "gemma del Mediterraneo", era il parco divertimento delle celebrità, ma dall'invasione turca nel 1974 è stata abbandonata e recintata, e i suoi ex hotel e ristoranti di lusso ora solo rovine ricoperte di erbacce.

Le truppe turche hanno parzialmente riaperto il lungomare di Varosha l'8 ottobre, suscitando critiche internazionali. Erdogan, che nelle scorse settimane aveva dichiarato che avrebbe fatto un "picnic" a Varosha, è arrivato dopo il tramonto, sotto la pioggia. Parlando alle telecamere ha annunciato una ristrutturazione dell'area. "Questo luogo è chiuso da anni, ma è ora di avviare nuove iniziative", ha detto, sostenendo che "ai turco-ciprioti non è mai stata concessa un'equa condivisione delle risorse dell'isola".

Il presidente turco ha inoltre promesso un risarcimento ai greco-ciprioti che hanno perso terreni, case e attività commerciali nella città fantasma. "Se i legittimi proprietari si appellano alla commissione immobiliare, verrà pagato un risarcimento per le loro proprietà", ha annunciato.

Il presidente di Cipro, Nicos Anastasiades, già ai ferri corti con la Turchia, ha condannato la visita di Erdogan, nonché quello che ha definito lo storico "atto secessionista della dichiarazione del regime illegale" nel Nord. Ha affermato che la visita di Erdogan è servita a "silurare" gli sforzi guidati dalle Nazioni unite per lavorare a risolvere "il problema di Cipro" nei colloqui tra greco e turco-ciprioti, Atene, Ankara e l'ex potenza coloniale di Londra.

L'invasione turca del 1974 fu lanciata in risposta a un colpo di Stato architettato da Atene per unificare Cipro con la Grecia e fu seguita il 15 novembre 1983 dalla dichiarazione della Trnc, la Repubblica Turca di Cipro del Nord.