Ergastolano in permesso premio non risponde al gip

Fcz

Milano, 12 nov. (askanews) - Ha fatto scena muta davanti al gip Antonio Cianci, l'ergastolano di 60 anni che sabato scorso, dopo essere uscito dal carcere di Bollate per un permesso premio di un giorno, ha cercato di uccidere un anziano di 79anni nel posteggio sotterraneo all'ospedale San Raffaele colpendolo alla gola con un taglierino per una rapina. L'uomo, che stava scontando nel penitenziario alle porte di Milano una condanna all'ergastolo per l'omicidio di un metronotte nel 1974 e per l'assassinio di tre carabinieri nel 1979, si è infatti avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice che lo ha raggiunto nel carcere milanese di San Vittore dove è detenuto da sabato. La procura di Milano, con il pm Nicola Rossato, ha chiesto la convalida del fermo e la custodia cautelare in carcere per tentato omicidio e rapina. La decisione del gip è attesa a breve.