Ergastolo ostativo, avvocato boss Provenzano: "Decisione giusta"

webinfo@adnkronos.com

"Meno male che c'è la Cedu". L'avvocato Rosalba Di Gregorio, per anni difensore di Bernardo Provenzano, commenta così all'Adnkronos la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo che ha chiesto all'Italia di riformare la norma sull'ergastolo ostativo. 

"Per Provenzano - ricorda il legale - la Cedu ha riconosciuto una parziale responsabilità dell'Italia. Se la Corte europea fosse intervenuta prima della sua morte, quanto meno l'ultimo periodo di sofferenza disumana Provenzano se lo sarebbe evitato probabilmente. Certo, a morire, moriva lo stesso... ma almeno l'Italia avrebbe evitato una figuraccia". 

Quella della Corte europea dei diritti dell'uomo, dunque, secondo l'avvocato Di Gregorio, è "una decisione senza dubbio giusta, anche perché non mi risulta che, nonostante il governo nuovo, abbiano abrogato la funzione rieducativa della pena dalla Costituzione. E se non l'hanno abrogata - conclude - vuol dire che siamo tutti incostituzionali".